PAZIENTE SUICIDA POLICLINICO BARI

Avrebbero omesso di applicare le raccomandazioni del ministero della Salute per la “prevenzione del rischio del suicidio del paziente in ospedale”, non impedendo così la morte di un 56enne che si lanciò da una finestra della clinica neurologica del Policlinico di Bari nel 2019.

Per i reati, a vario titolo, di omicidio colposo per omissione e falso ideologico, la Procura di Bari ha chiuso le indagini nei confronti di sette persone, tra medici e dirigenti del Policlinico, tra le quali il dg Giovanni Migliore.

Secondo l’accusa le misure di sicurezza non sarebbero state adottate nonostante due suicidi alcuni avvenuti anni prima.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: