Per l’Ucraina il figlio di Lennon canta “Imagine” e Zucchero… 

Dalla performance di Julian Lennon al video del musicista emiliano per #StandUpForUkraine

Anche Julian Lennon e il “nostro” Zucchero, come tanti altri personaggi pubblici e artisti, da Bruce Springsteen a Madonna e i Måneskin, hanno aderito alla campagna social #StandUpForUkraine, l’iniziativa benefica lanciata da Global Citizen con l’obiettivo di raccogliere fondi a supporto dei rifugiati di tutto il mondo in fuga dalla guerra in Ucraina e dai conflitti in Yemen e Siria.

Il figlio di John Lennon (l’unico avuto dal compianto ex Beatle dalla sua prima moglie, Cynthia Powell), come già annunciato, ha scelto di offrire il proprio contributo all’evento con una performance live che in un’atmosfera soffusa e raccolta, accompagnato solamente dalle luci di alcune candele e da una chitarra, lo ha visto eseguire per la prima volta in pubblico “Imagine”, il successo pubblicato dal padre nel 1971 e diventato negli anni un vero e proprio inno pacifista. Julian, classe 1963, ha pubblicato il video con l’esecuzione del brano sul proprio canale YouTube e nella didascalia che accompagna la clip ha scritto: “La guerra in Ucraina è una tragedia inimmaginabile. Come essere umano e come artista, mi sono sentito in dovere di rispondere nel modo più significativo possibile. Quindi oggi, per la prima volta in assoluto, ho eseguito pubblicamente la canzone di mio padre, ‘Imagine’”. Ha aggiunto:

“Perché proprio adesso, dopo tutti questi anni? Ho sempre detto che l’unica volta in cui avrei mai pensato di cantare ‘Imagine’ sarebbe stata per la ‘fine del mondo’. Ma i suoi testi riflettono il nostro desiderio collettivo di pace in tutto il mondo e questa canzone ci trasporta in uno spazio, dove l’amore e l’unione diventano la nostra realtà, anche solo per un momento. Questa canzone riflette la luce in fondo al tunnel, in cui tutti speriamo.
A causa della continua violenza, milioni di famiglie innocenti sono state costrette a lasciare le comodità delle loro case, a cercare asilo altrove.
Invito i leader mondiali e tutti coloro che credono nel sentimento di ‘Imagine’, a difendere i rifugiati ovunque! Sostenente e donate con il cuore. #StandUpForUkraine”.

Dal proprio account Instagram, invece, Zucchero ha lanciato il suo messaggio per aiutare i rifugiati e le persone sfollate a causa del conflitto in Ucraina con un video in cui esegue la versione in inglese della canzone dal suo album “Chocabeck”, “Il suono della domenica”, che con il testo scritto da Bono risponde al titolo di “Someone else’s tears”.

“Questa canzone che ho scritto con Bono è dedicata al popolo ucraino e a tutti i rifugiati nel mondo”, si sente dire dal musicista di Roncocesi all’inizio del filmato, riportato di seguito.

Oltre a Springsteen, Madonna, Julian Lennon, Zucchero e Måneskin, i quali hanno aderito alla campagna con un video condiviso a sorpresa su Instagram in cui è possibile ascoltare un brano inedito, anche Elton John, Billie Eilish e gli stessi U2 si sono uniti ai personaggi pubblici di tutto il mondo che hanno deciso di unirsi alla raccolta fondi social lanciata dal presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen e dal primo ministro canadese Trudeau e coordinata da Global Citizen.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: