PROFESSORESSA UCCISA A COLTELLATE ASSOLTO IL MARITO UNICO ACCUSATO

La Corte d’Assise di Bergamo ha assolto Antonio Tizzani dall’accusa di aver ucciso la moglie Gianna Del Gaudio di 63 anni. Era l’unico imputato nel processo e si è sempre dichiarato innocente, accusando uno sconosciuto che era entrato in casa loro.

La cronaca  

Il 26 agosto del 2016 poco dopo la mezzanotte la donna ex insegnante e da poco in pensione fu colpita con una coltellata al collo nella sua casa in piazza Madonna Delle Nevi a Seriate.

A trovarla in un un lago di sangue il marito ex ferroviere che era rientrato in casa dopo aver innaffiato le piante. Unico indiziato per il delitto, Tizzani ha ribadito sempre la sua innocenza e raccontato, sempre, la sua versione. Una persona incappucciata sarebbe entrata in casa, avrebbe rovistato nei cassetti, per poi fuggire quando ha sentito rientrare l’uomo.

Una ricostruzione che durante l’inchiesta non ha mai trovato riscontri, dalle testimonianze dei vicini di casa e dalle telecamere di sicurezza della zona. Nelle immagini non c’è traccia di un uomo in fuga e in casa le analisi non hanno trovato tracce di estranei.

Le dichiarazioni di Trizzani

“Me l’aspettavo? Quando uno non ha fatto niente, cosa si deve aspettare?”. Così Antonio Tizzani, appena uscito dal tribunale di Bergamo. L’uomo ha detto che trascorrerà il Natale con i figli.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: