Radioactive è il film che racconta la straordinaria storia vera di Marie Curie

Distribuito esclusivamente su Amazon Prime Video a causa della pandemia da Covid-19, Radioactive, il film diretto da Marjane Satrapi, vede Rosamund Pike nei panni di Marie Curie, la scienziata francese di origini polacche Premio Nobel nel 1903 e nel 1911

Sappiamo fin troppo bene che Rosamund Pike è un’attrice straordinaria. Conferma le sue doti recitative anche nel film Radioactive, di Marjane Satrapi. Liberamente ispirato all’omonima opera a fumetti di Lauren Redniss, la pellicola apre una lunga parentesi sulla vita privata e professionale di Marie Curie. La scienziata di origini polacche, ma naturalizzata in Francia, è stata la prima donna a vincere il Premio Nobel per gli studi sulla radioattività. Il film del 2019 sarebbe dovuto arrivare nei cinema il 12 marzo del 2020, ma a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19 non ha mai trovato una distribuzione nelle sale. Nell’estate del 2020 è stato inserito sul catalogo di Amazon Prime Video. Questa sera a partire dalle 21:00, Radioactive è in TV su Iris.

Radioactive, la trama del film

Gli amori, i tormenti, i tradimenti, le vittorie e le sconfitte sono il fulcro del film che racconta, a gamba tesa, la vita (vera) di Marie Curie. La storia prende il via a Parigi, nel 1934, nel momento in cui la celebre scienziata, a causa di un malore, viene ricoverata in ospedale. Da questo momento in poi il film compie un balzo indietro nel tempo, fino al 1893, quando una giovane Curie cercava di farsi strada nell’ambiente accademico. Per una donna del suo calibro era impossibile riuscire a sgambettare e a trovare un posto nel mondo degli studi scientifici. Non solo perché era una donna, ma perché le sue idee erano un passo avanti a tutti. Decisivo è stato l’incontro con Pierre Curie. Da collaboratori diventano amati e poi marito e moglie. Tra i due ha inizio un profondo sodalizio affettivo e intellettuale che porta i coniugi alla scoperta di nuovi elementi chimici. La radioattività è uno di questi. Arriveranno persino al Premio Nobel, ma con il successo e la notorietà, la vita di Marie e di Pierre prende due strade diverse.

La storia vera dietro la fiction: chi era Marie Curie?

Con tocco algido e auto-reverenziale, Radioactive apre una parentesi su una figura importante per la scienza di ieri e di oggi. Rosamund Pike regala un’immagine di rara bellezza a una donna che, da sola, ha cambiato il mondo. Marie Curie è stata una fisica, una chimica e una matematica. È nata in Polonia ma ha vissuto gran parte della sua vita in Francia, dove è morta nel 1934. Ha vinto nel 1903 il Premio Nobel per la fisica, entrando nella storia come la prima scienziata donna a raggiungere un riconoscimento così importante. Il secondo Nobel, questa volta per la chimica, risale al 1911 per gli studi sul radio e sul polonio. Anche se è conosciuta prettamente per le sue teorie sulla radioattività. Come nel film, anche la vita di Marie Curie è stata costellata di molte difficoltà. È cresciuta di stenti e in un orfanotrofio. Da ragazza è stata costretta a lasciare la Polonia perché alle donne non era permesso di frequentare gli studi superiori. È stata insegnate alla Sorbona e ha vissuto un grande amore per Pierre Curie. Dopo la morte del marito, investito da una carrozza, è rimasta comunque a insegnare a Parigi diventando poi un luminare per la scienza. È morta per un’anemia aplastica, causata delle ripetute radiazioni a cui il suo fisico è stato sottoposto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: