RIDATECI I NOSTRI BAMBINI. IL GOVERNO DIMENTICA GLI ASILI NIDO.

La situazione economica italiana ormai è nota a tutti. Nelle varie “televendite” di Conte si è più volte evidenziato la “ potenza di fuoco” messa in campo dal governo, per aiutare chi ha dovuto chiudere le proprie attività per il lockdown. “Potenza di fuoco” che non ha fatto la giusta fiamma, anzi è stata una fiammella. I famosi aiuti non sono arrivati e molti imprenditori sono sul lastrico. Dalla ristorazione all’abbigliamento una strage. Un settore brutalmente colpito è quello degli asili nido privati. “Una categoria colpita duramente” dice Stefania Straniero dell’Asilo Nido Piccoli Talenti Stories SRLS “Il personale delle strutture è demotivato e preoccupato perché non ha ancora visto arrivare la cassa integrazione in deroga e perché molte di loro sono madri di famiglia”. Stefania parla anche a nome del gruppo Asili Nido Privati III Municipio Roma.

“Ad oggi non risulta ancora stilato un protocollo con le linee guida da seguire in caso di riapertura, COME SE NON ESISTESSIMO” Non ci sono certezze ne risposte per chi lavora in questo settore. Stefania cosa chiedete?

“Chiediamo di avere delle risposte, di poter essere messe nella condizione di riaprire nel pieno rispetto dei criteri di sicurezza ma anche nel pieno rispetto delle condizioni basilari che ci possano consentire di poter riaprire le nostre strutture e non essere costretti a dichiarare FALLIMENTO”

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: