SONGBIRD: UN THRILLER SULLA PANDEMIA

Come ampiamente previsto la pandemia da Coronavirus sta fornendo spunti per nuove produzioni cinematografiche ed è ora il turno di Songbird, pellicola dai risvolti poco rassicuranti.

Ambientanto nel 2024, il film ha come mattatore indiscusso il virus che porta alla malattia COVID-23, che a causa della sua estrema pericolosità – con un tasso di mortalità di oltre il 50% –  ha costretto il mondo a un lockdown della durata di 4 anni

Prodotto da Michael Bay, per il cast il film può contare sulle partecipazioni di KJ Apa (star della serie televisiva Riverdale), Sofia CarsonDemi Moore e Bradley Whitford.

La regia è stata affidata ad Adam Mason.

Come ha dichiarato lo stesso Mason, l’idea del film è stata dello sceneggiatore Simon Boyes, intrigato dalla prospettiva di mettere in scena personaggi alle prese con le problematiche derivanti da una pandemia mondiale.

Dopo aver scritto il soggetto durante lo scorso mese di marzo, Mason e Boyes hanno contattato il produttore Adam Goodman; che a sua volta ha coinvolto nel progetto Michael Bay.

[L’esplosivo Michael Bay]

La trama di Songbird, a metà strada fra thriller e melodramma, ha come protagonisti Nico (Apa) e Sara (Carson), che si innamorano pur senza potersi conoscere in un mondo infernale, dove vigono coprifuoco e posti di blocco.

A tal riguardo, si è così espresso Mason:

“Il mondo è distopico, ma è un film romantico su due persone che vogliono stare insieme e non possono.

Sono Romeo e Giulietta, ma sono separati dalla porta di casa e dal virus”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: