SPORT: NUOTO, PARALIMPICO

Si è chiusa con un altro successo, dopo quello conquistato ai Mondiali del 2019, l’esperienza azzurra nei Campionati Europei di nuoto paralimpico a Funchal. 
    La nazionale italiana Finp si è aggiudicata il primo posto nel medagliere open (aperto anche a nazioni extraeuropee) ed è giunta seconda in quello europeo alle spalle della fortissima Ucraina. Sul podio ha trovato posto anche la Russia. L’Italia, presente con 29 atleti, ha chiuso la manifestazione con 80 medaglie: 34 ori, 26 argenti e 20 bronzi. Nell’ultima giornata gli azzurri hanno confermato il loro dominio anche grazie alla vittoria nelle due staffette, la 4×100 stile libero femminile composta da Alessia Scortechini, Giulia Terzi, Vittoria Bianco e Xenia Palazzo e quella maschile con Federico Morlacchi, Antonio Fantin, Stefano Raimondi e Simone Barlaam impreziosita da un record mondiale, fissato a 3’46″06. “Con questa straordinaria prova agli Europei di Funchal, che giunge a due anni dalla vittoria ai Mondiali di Londra, l’Italia del nuoto paralimpico si conferma squadra da battere ed eccellenza di livello internazionale. Queste ragazze e questi ragazzi stanno scrivendo pagine di storia dello sport italiano. 
    Siamo orgogliosi di questo ennesimo traguardo”, ha dichiarato Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico. “Immensi, non trovo un altro aggettivo che possa qualificarvi, siete stati incredibili ragazzi”, le prime battute del presidente della Finp Roberto Valori. Più che soddisfatto anche il dt azzurro Riccardo Vernole: “Una chiusura degna di un grande Europeo. Eccezionali atleti, prestazioni fantastiche, uno staff che ci invidia il mondo intero”

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: