TERREMOTO EMILIA MATTARELLA LA SOLIDARIETÀ È LA CHIAVE DI RIPARTENZA

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella con la presidente della Repubblica di Estonia, Kersti Kaljulaid (non in foto), durante le dichiarazioni alla stampa, Tallinn, 4 luglio 2018. ANSA/ UFFICIO STAMPA QUIRINALE/ FRANCESCO AMMENDOLA +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

ROMA (ITALPRESS) – “La chiave della ripartenza dopo il terremoto è passata attraverso la solidarietà. Solidarietà tra i cittadini, tra le famiglie, tra la società e le istituzioni locali e nazionali, solidarietà dell’intero popolo italiano verso le comunità in difficoltà di cui il volontariato è stato espressione straordinaria. Solidarietà tra sindacato e impresa per rimettere in modo le attività produttive”. A questo vi si è “accompagnata lucidità nella scelta delle priorità, solidarietà, lucidità e tenacia”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso della ricorrenza del 10° anniversario del sisma in Emilia a Medolla. “La ricostruzione va proseguita: vi sono obiettivi importanti da raggiungere, opere da concludere, programmi da sviluppare”, ha aggiunto. “In una terra così industriosa si è rimesso il lavoro al centro della vita della comunità: non soltanto nelle opere di ricostruzione ma anche nella continuità della produzione, con presenza e qualità confermate sui mercati, con export che non ha subito battute d’arresto; sorprendendo talvolta gli stessi competitori internazionali. Tutto questo – ha concluso Mattarella – ha contribuito a saldare quella frattura che poteva produrre pesanti conseguenze nell’ossatura economico-sociale del nostro Paese, rafforzandone la coesione”.
(ITALPRESS).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: