Anna Pettinelli dopo l’addio al talent parla di Maria De Filippi 

La speaker radiofonica, intervistata da Lorella Cuccarini dopo il suo addio al talent show di Amici

La nota speaker radiofonica Anna Pettinelli, dopo l’addio alla cattedra di Amici come insegante di canto, è stata intervistata dall’ex collega Lorella Cuccarini, impegnata ancora nel ruolo di coach nel talent show di Maria De Filippi.

Amici: Anna Pettinelli dopo l’addio al talent parla di Maria De Filippi

Ai microfoni della showgirl, che conduce su RDS la trasmissione Un Caffè, ha parlato delle sue recenti esperienze televisive, tra cui Temptation Island Vip, il reality condotto da Filippo Bisciglia con cui partecipò insieme a Stefano Macchi.

Temptation Island è arrivata quando ho detto che non avrei mai fatto un reality. Poi per caso mi è stato proposto. L’ho preso come una scommessa, avevo chiesto delle garanzie, ovvero sentire mia figlia. Io non sto tre settimane senza sentire mia figlia. Non può succedere. Avevo chiesto disperatamente di avere un contatto con lei minimo, ma tutti i giorni. E questo mi è stato riconosciuto. Altrimenti non lo avrei fatto mai. Trovo che non sia giusto privare mia figlia della madre. Il mio lavoro non deve turbare mai l’aspetto familiare. oi quello che è successo a Temptation sono meccanismi sadici, terribili. Lo rifarei, quello che è uscito sono io. Per me la camera non c’era. Ho riso, ho pianto, mi sono disperata. Quando siamo usciti io mi incaz*avo ogni giorno di più perché andavano in onda le puntate. Io continuavo a dire per tre mesi che avevo ragione. Gli ho reso la vita un inferno.

Sulla sua avventura ad Amici e parlando di Maria De Filippi, la Pettinelli ha dichiarato:

Io ringrazierò sempre Maria di questa opportunità di Amici perché io non c’ho mai nemmeno pensato. Anche se con l’RDS Academy questa mia voglia di insegnare era venuta fuori… Se non insegni quello che hai imparato durante la tua carriera tutto quello che hai fatto rimarrà la. Qualcosa avrà contato aver lavorato 40, 50 anni. Questo dovrebbero farlo tutti. Insegnare quello che uno sa. La luce del talento si accende quando senti quel brividino che ti fa capire che quel ragazzo è diverso dagli altri. Secondo il tuo gusto naturalmente perché poi quando prendiamo un ragazzo sotto la nostra ala ad Amici è perché piace a noi, perché pensiamo che possa funzionare. Io cerco l’elemento che lo distingue dagli altri. Anche a rischio di prendere delle cantonate. Magari nel corso dei mesi poi il talento non viene fuori. Fare Amici diventa un gioco e non si capisce che è un trampolino di lancio e non lo rifarai mai più… questo devono capire.Una qualità di Maria? Una? Maria ha sempre ragione. Questa è una cosa che mi rode. Quando lei dice una cosa, l’ha vista prima di te. È una finissima psicologa. Sa dove andrai tu, dove andranno i ragazzi. È diventata un fenomeno. Se avessi un problema insormontabile chiamerei Maria per sapere che farebbe. Poi è puntigliosa, precisa, ma sennò non sarebbe dove è. Ma quanto lavora?

A proposito della sua vita sentimentale, dopo la storia naufraga con Macchi, la speaker toscana ha dichiarato:

Sono stata sempre molto complicata nelle mie storie sentimentali. La mia parte sentimentale è un disastro. Invento gli uomini che non ci sono.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: