ATTACCHI DALL’ALTO LE CORNACCHIE ROMANE SONO MOLTO AGGRESSIVE

All’Eur, in via dell’Astronomia, da diversi anni i romani si lamentano per gli attacchi dei pennuti. In passato qualche malcapitato ha dovuto anche ricorrere alla cure del vicino pronto soccorso. Ma le pagine di cronaca non hanno riportato solo casi dell’Eur. Alla Montagnola, ad esempio, nel 2020 il parco Falcone e Borsellino ha dovuto chiudere per qualche giorno proprio per la presenza di questi pennuti, divenuti improvvisamente aggressivi.

La convivenza con le cornacchie, in alcuni momenti dell’anno, sembra diventare problematica. Ma bisogna davvero preoccuparsi? “Gli esemplari più aggressivi, quelli che arrivano a beccare i passanti, saranno in tutto 4 o 5 in tutta Roma – ha spiegato Francesca Manzia, responsabile del Centro Recupero Fauna Selvatica della LIPU – Hanno una deviazione comportamentale che è probabilmente il frutto di un contatto diretto con l’uomo, in cui non riconoscono più un pericolo”.

Le cornacchie sono piuttosto longeve, possono superare anche i 10 anni di vita. E questo potrebbe spiegare perchè, ciclicamente, si verificano delle “aggressioni” da parte loro. Sono probabilmente gli stessi esemplari. “Questo fenomeno si verifica per una decina di giorni l’anno. Accade perchè è questa la stagione in cui avviene lo svezzamento a terra dei loro piccoli che cercano di proteggere, nella gran parte dei casi solo gracchiando”.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: