BORSA EUROPA IN ROSSO

Le Borse europee proseguono in calo con gli investitori che guardano alle frizioni tra i Paesi dell’Opec+ con il conseguente stallo sulla decisione di aumentare la produzione. Il prezzo del petrolio, intanto, è in rialzo con il Wti che sale a 76,44 dollari al barile (+1,7%) e il Brent a 77,38 dollari (+0,30%). I mercati temono un impatto sull’andamento dell’inflazione e ad un rallentamento della ripresa economica globale. Resta alta l’attenzione anche sul fronte dei contagi della variante delta del coronavirus e sulla campagna di vaccinazione. 
    Nel Vecchio continente, in attesa dell’avvio di Wall Street dove i future sono in calo, è piatto l’indice stoxx 600. 
    Procedono in rosso Madrid e Francoforte (-0,4%), Londra e Parigi (-0,2%) e Milano (-0,27%). Sui listini pesano le banche (-0,9%), le Tlc (-0,4%) e le utility (-0,2%), sono in terreno positivo l’energia (+0,2%), l’informatica (+0,6%) e la farmaceutica (+0,4%). Sul fronte valutario l’euro sul dollaro è in lieve calo a 1,1847 a Londra. 
    A Piazza Affari scivolano le banche con Banco Bpm (-1,7%), Unicredit e Bper (-1,3%), Intesa (-1,1%) mentre è piatta Mps. In rosso anche Tim (-1,9%), in linea con il comprato europeo. In cima al listino Saipem (+1,3%). In lieve rialzo anche Eni (+0,1%) mentre è in controtendenza Tenaris (-1,3%). In rosso le utility con Hera (-0,6%), Italgas (-0,4%) e Snam (-0,1%). 

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: