CALCIO: NAPOLI

Nel cielo azzurro di Napoli c’è solo un’ombra: l’indisponibilità di Khvicha Kvaratskhelia, che non sarà convocato nemmeno per l’anticipo del turno infrasettimanale di campionato contro l’Empoli, in programma martedì alle 18.30 allo stadio Maradona. L’attaccante georgiano non si è ancora scrollato di dosso le vicissitudini dei giorni scorsi: furto subito in casa e mal di schiena, che lo avevano già costretto a dare forfait per la trasferta di sabato a Bergamo. Il giocatore si è trasferito in albergo e sta continuando le cure per guarire dell’improvviso attacco di lombalgia che lo ha messo ko. A Castel Volturno non ha nemmeno messo piede in campo ed è andato via dal centro sportivo appena i suoi compagni hanno cominciato la seduta di rifinitura. Se ne riparlerà nel migliore dei casi per l’ultima sfida prima della sosta contro l’Udinese, in programma sabato. Nel frattempo Luciano Spalletti dovrà però continuare a difendere il primato in classifica senza una delle sue stelle. Kvaratskhelia è stato finora uno dei grandi protagonisti della partenza a razzo del Napoli: 8 gol e altrettanti assist tra campionato e Champions. A Bergamo lo ha sostituito nel migliore dei modi Elmas, segnando la rete della vittoria sul campo dell’Atalanta. Ma non è automatica la conferma del jolly di centrocampo macedone con l’Empoli. Avanza infatti la sua candidatura anche Giacomo Raspadori, che da esterno sinistro nel tridente d’attacco ha già fatto bene contro i Rangers di Glasgow. Potrebbe essere dunque il giovane talento della Nazionale a completare il reparto offensivo azzurro, accanto a Politano e al lanciatissimo Osimhen. Limitato il turn over, con Mario Rui pronto al rientro in difesa e Ndombele che spera di trovare posto in mezzo al campo, probabilmente a gara in corso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: