DE JONG IN PRESTITO ALLA JUVE SULL’ASSE BARCELLONA

Si fa sempre più saldo l’inedito asse di mercato tra Juventus e Barcellona.Sul tavolo delle trattative Pjanic, Arthur, ma non solo. L’ultimo affare messo in piedi lo rivela il super esperto di mercato della Rai, Paolo Paganini,attraverso una serie di Tweet capaci di scatenare entusiasmi tra i sostenitori della Signora.

Il primo Tweet di Paganini vale proprio a introdurre l’argomento: “Stasera puntata telefonica verso la Spagna per capire meglio le voci su De Jong nello scambio Pjanic tra Barcellona e Juventus“. Insomma, secondo il giornalista, viste le difficoltà per arrivare ad Arthur, potrebbe essere inserita un’altra contropartita tecnica nella trattativa tra i bianconeri e i blaugrana per la cessione del regista bosniaco.

Il secondo Tweet, invece, rivela che ci sono delle possibilità perché effettivamente l’olandese possa sbarcare a Torino. “L’unico scambio possibile,ma difficile, è Pjanic-Arthur“, scrive il giornalista. “De Jongguadagna 10 netti ed è costato 75mil. L’olandese però non ha legato conMessi&C. Gli agenti del giocatore hanno proposto al Barcellona un prestito ed è stata sondata anche la Juventus“.

De Jong in prestito alla Juventus, dunque. Magari con un diritto di riscatto a cifre non impossibili per il club bianconero. L’affare è intrigante, anche se non è l’unico sul taccuino di Paratici. Solo per restare al centrocampo, è sempre vivo l’interesse della Vecchia Signora per Tonali, talento del Brescia e del calcio italiano. Mentre dall’Inghilterra rilanciano con prepotenza le voci secondo cui JORGINHO potrebbe presto riabbracciare Sarri, suo mentore ai tempi del Napoli.

Ma cosa ne pensano i sostenitori della Juventus a proposito delle clamorose rivelazioni di Paganini? “È come se volessi scambiare Roberto Carlos conMacellari… Suvvia…”, scrive scettico un follower. Anche Marcello ha tanti dubbi: “Dopo un solo anno buttano all’aria un investimento di 75 mln per il giovane olandese  in cambio di un trentenne logoro? Mah”. Parecchi gli juventini che sognano: “Dai Paolo, dacci conferme”, scrivono in tanti.

Poi, dopo la verifica e il secondo Tweet, qualcuno comincia a fare i conti. “Un eventuale 16 netti in Italia con il decreto crescita sono neanche 21 milioni lordi, alleggerendosi dell’ingaggio di Higuain e Rabiot, è fattibilissimo”, scrive Walter. Mentre Steve disegna un piano strategico ad ampio raggio: “A questo punto ci pagano i 60 milioni cash per Pjanic e ci cerchiamo qualcun’altro. Così leviamo le munizioni al Barca per trattare l’interista (che resta a Milanomalvolentieri) e facciamo saltare il piano di Marotta…”.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: