Dimesso dall’ospedale Vadym, tentò di salvare la madre dai bombardamenti in Ucraina 

Voglio pensare al futuro, il passato è doloroso, e voglio tornare in Ucraina“. Vadym, dopo operazioni e cure all’ospedale Sant’Eugenio di Roma dove era arrivato gravemente ustionatoper avere tentato di salvare la madre dai bombardamenti, oggi è stato dimesso e resterà ancora nella Capitale per recuperare al 100% ma vuole rientrare nel suo Paese il prima possibile: “Voglio tornare in Ucraina e fare un corso di cucina – ha detto Vadym accanto all’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato – ora però resterò un pò a Roma per vedere qualcosa di più dell’ospedale”.

Vadym parla con il sorriso accanto all’assessore e agli operatori, il sorriso di chi è riuscito a sopravvivere ma con la commozione e il dolore negli occhi per tutto quello che ha vissuto. Il diciassettenne ai cronisti ha detto di non avere ricordi di quello che è accaduto: “Cerco di dimenticare, voglio solo pensare alle cose belle. È troppo doloroso parlare”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: