È morto James Caan, grande attore del cinema americano

Si è spento a 82 anni James Caan, il Sonny Corleone del Padrino, protagonista indimenticabile di un lunga serie di film USA dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri.

È morto a 82 anni il grande attore americano James Caan. Lo ha reso noto il suo manager, e la famiglia ha pubblicato un tweet sul profilo del defunto, che era molto attivo sulla piattaforma: “Con grande dolore vi annunciamo il decesso di Jimmy, avvenuto nella serata del 6 luglio. La famiglia apprezza l’ondata di affetto e le sentite condoglianze, chiede di continuare a rispettare la privacy in questo momento difficile”, recita il testo.
Il suo ruolo più noto, certamente, è quello di Sonny Corleone nel Padrino di Francis Ford Coppola, che gli fece ottenere la nomination all’Oscar per il miglior attore non protagonista, l’unica della sua carriera. 
Ma Caan è stato protagonista di una lunga serie di indimenticabili film del cinema americano tra la fine degli anni Sessata ai giorni nostri.
Una delle sue prime interpretazioni di rilievo è stata quella nel western del 1965 Doringo!, che gli valse una nomination al Golden Globe, ma è negli anni Settanta che la sua carriera decolla davvero. Con Il Padrino, certo, ma anche con film come Una strana coppia di sbirri (1974), 40.000 dollari per non morire (1974), Killer Elite (1975), il cult movie Rollerball (1975) e molti altri ancora.
Nel 1981 è lo scassinatore Frank nello splendido Strade violente di Michael Mann, che rimane una delle sue interpretazioni migliori e più note. Negli anni Ottanta una depressione lo tiene lontano dal set per qualche anno, ma torna nel 1987 a lavorare con Coppola in Giardini di pietra, e nel 1990 è lo scrittore Paul Sheldon in Misery non deve morire, celebre adattamento kinghiano di Rob Reiner. Anche questo uno dei suoi ruoli più noti e amati.
Sono seguiti poi altri titoli celebri come Omicidi di provincia (1993), L’eliminatore – Eraser (1996), Marlowe – Omicidio a Poodle Springs (1998), The Yards (2000) e Dogville (2003).
La sua ultima interpretazione è stata quella in Queen Bees, di Michael Lembeck, nel 2001.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: