ECONOMIA: ALITALIA, TEMPO SCADUTO

La base d’asta, 290 milioni, giudicata eccessiva dal presidente di Ita, Altavilla, che ha annunciato che procederà solo in caso di ribassi. Nelle scorse settimane anche Ryanair aveva manifestato disinteresse per l’acquisto. Da Delta primi contatti su una possibile partnership con la nuova compagnia. E’ da 52 anni l’icona della compagnia di bandiera italiana, ma potrebbe non valere i 290 milioni di euro che costituiscono la base d’asta: entro oggi alle 14 dovevano arrivare sul tavolo dei commissari le offerte vincolanti per il marchio Alitalia, creato nel 1969 dallo studio Landor e Associati. La candidata naturale per l’aggiudicazione del marchio è la nuova compagnia Ita, che decollerà il 15 ottobre, ma il presidente esecutivo Alfredo Altavilla ha già dichiarato la cifra richiesta “irrealistica”: “Rende antieconomico l’investimento, non può valere tanto un marchio che ha caratterizzato un’azienda che ha perso tre miliardi e mezzo a livello operativo in 11 anni”.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: