ECONOMIA: GERMANIA

Il governo tedesco si preparara ad attarre dall’estero 400 mila lavoratori qualificati ogni anno per contrastare la carenza di dipendenti in settori chiave dell’economia del Paese. L’allarme è stato lanciato da Christian Duerr, leader della Fdp, uno dei tre assi della nuova coalizione di governo, in una intervista al settimanale economico tedesco WirtschaftsWoche. “La carenza di lavoratori qualificati è diventato un tema così serio da contribuire al rallentamento della nostra economia”, ha detto. “Quello che possiamo fare è tenere sotto controllo il problema dell’invecchiamento della nostra forza lavoro con una moderna politica di immigrazione. Dobbiamo raggiungere l’obiettivo di 400 mila lavoratori qualitificati dall’estero il prima possibile”. Una tema, quello della crisi dal  lato della forza lavoro, sollevato nei mesi scorsi anche dall’isituto economico tedesco IW, secondo ciui da qui al 2035 in Germania potrebbero mancare all’appello 5 milioni di lavoratori, con una danno per l’economia da 326 miliardi di euro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: