ECONOMIA: GOOGLE

Cresicta sì, ma a passo sempre più lento. Alphabet, la holding a cui fa capo Google, ha chiuso il terzo trimestre con ricavi per 69,1 miliardi di dollari, in aumento del 6,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso ma sotto le attese degli analisti. Per il colosso si tratta della crescita più bassa dal secondo trimestre del 2020, quando i timori per il Covid aveva frenato le vendite pubblicitarie. In decisa flessione anche l’utile, sceso del 26,5% a 13,9 miliardi.


Alphabet ha spiegato parte del rallentamento della crescita con l’impatto dei tassi di cambio. “I nostri ricavi nel terzo trimestre sono stato 69,1 miliardi, in aumento del 6% verso lo scorso anno. I risultati finanziari” risentono dei tassi di cambio: “stiamo lavorando per riallineare le risorse per alimentare le nostre priorità di crescita”, ha detto il chief financial officer di Alphabet, Ruth Porat. Siamo puntando la nostra attenzione su un chiaro set di priorità di prodotti.  Siamo concentrati a investire in modo responsabile nel lungo termine e nell’essere reattivi al contesto economico”, aggiunge l’amministratore delegato di Alphabet Sundar Pichai.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: