ECONOMIA: IMPRESE NELLA NORMA

Si compongono le tessere dell’intervento normativo per disciplinare le delocalizzazioni da parte delle imprese che operano in Italia, di cui Repubblica ha dato conto nei giorni scorsi.

La bozza dello schema di decreto, composta di cinque articoli, indica un nuovo percorso obbligato per le imprese che decidono di chiudere o delocalizzare e – in caso di mancato rispetto – multe (2% del fatturato dell’ultimo esercizio) e inserimento in una ‘black list’ (che vieta per 3 anni l’accesso a finanziamenti o incentivi pubblici).

Lo schema cui stanno lavorando il ministro del lavoro Andrea Orlando e la viceministra dello sviluppo economico Alessandra Todde, conferma l’Ansa, stabilisce obblighi di informazione preventiva e impegna l’impresa a presentare un piano di mitigazione delle ricadute occupazionali ed economiche connesse alla chiusura.

A colloquio con l’agenzia, la viceministra al Mise Todde ha spiegato: “Il nostro obiettivo non è colpire le ristrutturazioni tout court. Non vogliamo colpevolizzare chi fa turnaround perché deve passare a modelli produttivi diversi, non abbiamo di certo in testa imprese che vivano di sussidi. La competitività è l’obiettivo, ma atteggiamenti puramente speculativi non sono più accettabili. Chi non è in crisi e vuole tagliare, può farlo. Ma dovrà seguire un percorso ordinato, che coinvolga le parti sociali e favorisca l’arrivo di nuovi imprenditori”.

“In Italia c’è la libertà d’impresa, ma c’è anche una responsabilità sociale – ha aggiunto – Quando lasci a casa decine di lavoratori senza essere in crisi, devi fartene carico in qualche modo. Il perimetro occupazionale va salvaguardato, altrimenti interi territori rischiano di morire per logiche di mera speculazione. L’idea – e chiaramente la valuteremo nel momento in cui arriveremo alla stesura definitiva e all’approvazione insieme al ministro Orlando – è che questo decreto possa essere operativo in fretta – conclude – per tutti quei casi in cui non sia ancora stato chiuso un accordo con le parti sociali e le istituzioni”.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: