ECONOMIA: PETROLIO

Con i prezzi delle materie prime energetiche infiammati dal conflitto in Ucraina, sulla rete di distribuzione della benzina si registrano ancora incrementi di prezzi. Dinamiche che allarmano i consumatori, fanno temere per la sostenibilità i benzinai mentre la filiera della distribuzione inizia a registrare “una significativa contrazione della disponibilità di prodotto”.

Secondo le elaborazioni di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self sale a 1,886 euro al litro (ieri 1,880), con i diversi marchi compresi tra 1,881 e 1,896 euro al litro (no logo 1,872). Il prezzo medio praticato del diesel self cresce a 1,760 euro al litro (ieri 1,754) con le compagnie posizionate tra 1,759 e 1,768 euro al litro (no logo 1,753).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: