ECONOMIA: PIL ITALIA

Accelerazione inattesa per il Pil italiano nel secondo trimestre del 2022: l’Istat stima che il Prodotto interno lordo, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2015, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, sia aumentato dell’1% rispetto al trimestre precedente e del 4,6% in termini tendenziali. Si tratta di una stima preliminare che segue il dato del primo trimestre dell’anno, durante il quale il Pil aveva registrato un aumento del +0,1%. Prima della diffusione del dato, gli analisti di Unicredit preventivavano una crescita dello 0,2% trimestrale, segnalando potenziali al rialzo. “L’attività nel settore manifatturiero è stata migliore di quanto ci si potesse aspettare visti i venti contrari dal lato della domanda e dell’offerta”. Probabile dunque che proprio dal manifatturiero sia arrivato il sostegno all’economia nel complesso. Inoltre, sottolineavano dalla banca di Piazza Gae Aulenti, “l’attività dei servizi dovrebbe riprendersi grazie alla riapertura dell’economia”. Disanima confermata dal commento Istat ai dati, che per la loro natura provvisoria non hanno ancora lo spaccato in profondità sulle diverse componenti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: