F1: ARABIA SAUDITA

Ancora Charles Leclerc davanti a tutti anche nelle libere 3 del tormentato gran premio di Gedda che si corre in un clima strano, dopo l’attacco missilistico di ieri rivendicato dai ribelli yemeniti allo stabilimento petrolifero dell’Aramco, la compagnia saudita main sponsor della F1 e dell’Aston Martin, a una ventina di chilometri dal circuito sulle Corniche. Dopo una notte complicata di riunioni tra piloti, team e autorità, (Lewis Hamilton, Fernando Alonso, George Russell, Pierre Gasly e Lance Stroll erano contrari a correre) il Circus ha deciso di rispettare il proprio programma. E così anche Leclerc, che ha continuato sulla sua strada. Dopo la pole, il giro veloce e il successo una settimana fa in Bahrain, il monegasco ha lanciato un messaggio chiaro. Per niente offuscato dal “bacio” a muro ieri nella sessione pomeridiana, che lo ha costretto a terminare una ventina di minuti prima. Charles per niente azzoppato: bisognerà vedersela con lui per la pole, tra due ore soltanto (alle 18 in Italia).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: