“Facciamo schifo” insieme a Willie Peyote 

Nel nuovo disco “Pornostalgia” tanti ospiti: Samuel, Jake La Furia e i Fask.

La “Pornostalgia” di Willie Peyote prenderà corpo e vita il prossimo 6 maggio, quando uscirà il suo nuovo album, intitolato proprio con questo neologismo. Il disco, il sesto della carriera del rapper e cantautore torinese, conterrà tredici tracce inedite tra cui spiccano le collaborazioni con Samuel, Jake La Furia e Speranza, l’attrice Emanuela Fanelli, la stand up comedian Michela Giraud, i Fast Animals And Slow Kids e il producer bolognese Godblesscomputers. “Fare Schifo”, il brano manifesto del disco con Michela Giraud, fa da anticamera all’uscita. A dare il via a questa fresca collaborazione proprio un monologo della Giraud sulla “rivoluzione” di fare schifo e sulla libertà di essere come si è, temi con cui Willie si stava confrontando proprio nel periodo di scrittura di questa canzone. Galeotta quindi fu l’apparizione in tv di Michela Giraud che ha spinto Willie a invitarla a “fare schifo insieme a lui”. Un testo libero e senza fronzoli, una canzone dissacrante contro la perfezione a cui ci obbliga a tendere spesso la società. 

Il nuovo disco era stato annunciato con un messaggio sui social tempo fa, quando la situazione della ripresa della musica live era ancora in bilico: “Per riempire il vuoto che ci si para davanti posso dirvi con una discreta emozione che abbiamo praticamente un disco nuovo in mano”. Con i precedenti cinque album, Willie Peyote ha ottenuto sempre più consensi da parte del pubblico, ma anche dalla critica che ha sempre lodato la sua capacità di fondere l’energia e la padronanza tecnica della musica rap con testi che guardano alla canzone d’autore per come affrontano le tematiche sociali e attuali, il tutto con un’ironia tagliente. 

Dopo la pubblicazione del suo ultimo disco “Iodegradabile”, album che ha debuttato nella Top5 dei dischi più venduti e ascoltati in Italia e da cui sono stati estratti diversi singoli, l’artista ha chiuso il 2020 con l’uscita del brano inedito “La depressione è un periodo dell’anno”, una fotografia amara del momento di difficoltà subito a causa della pandemia raccontata con i modi e i toni di chi ha fatto dell’accusa sociale e della descrizione della nostra società uno dei capisaldi del suo lavoro artistico. Il 2021 ha portato Willie a calcare per la prima volta il palco del Festival di Sanremo con “Mai dire mai (La locura)”, brano che ha regalato al rapper torinese il disco di Platino e il Premio della Critica Mia Martini.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: