Fenomeno Top Gun: Maverick, il film ha incassato finora una media di 23 mln di dollari al giorno

L’incasso di Top Gun: Maverick ammonta ad oggi a 1 miliardo e 237 milioni di dollari

Non sapremo mai con certezza come si sarebbe comportato al box office Top Gun: Maverick se fosse uscito nella data originaria, fissata al 26 giugno 2020, e senza che il mondo piombasse in uno stato di stallo sociale a causa della pandemia. Dopo numerosi rinvii e ripartenze zoppicanti dei cinema in tutti i principali mercati del globo, il film interpretato e prodotto da Tom Cruise è andanto incredibilmente al di sopra delle aspettative di tutti superando altri successi della stagione come The Batman e Doctor Strange nel Multiverso della Follia e entrando rapidamente nel 1 Billion Dollar Club, la lista di film sopra il miliardo di dollari di incasso (prima volta per un film con la star di Hollywood).

Top Gun: Maverick, la media di incasso al giorno e il record del numero di schermi

Secondo i calcoli di Box Office Mojo, Top Gun: Maverick che è sempre disponibile nelle sale di molti paesi del mondo ha incassato fino a ieri approssimativamente 618 milioni di $ nel Nord America e 619 milioni di $ nel resto del pianeta. Totale: 1 miliardo e 237 milioni di $, cifra che lo colloca sulla soglia del 20° posto dei più alti incassi di sempre a livello globale. Facendo una divisione per i giorni di programmazione dal giorno dell’uscita (statunitense) pari a 52, se ne ricava il risultato che il sequel di Top Gun ha raccolto quotidianamente una media di 23 milioni di $ al giorno. Il film detiene anche il record del titolo distribuito con il più ampio numero di schermi negli Stati Uniti nel weekend di apertura, pari a 4735 (erano 4676 quelli di Avengers: Endgame).

Tom Cruise aveva combattuto con i dirigenti della Paramount, spaventati dallo scenario pandemico e dalle scelte della concorrenza che ripiegava con i propri titoli verso i vari servizi streaming. L’attore, con il suo forte potere contrattuale e caratteriale che ne ha determinato una carriera ad altissimi livelli per quasi 40 anni, come nessun altro nell’industria del cinema americano, non ha voluto sentire opinioni diverse dalle sue. Per lui Top Gun: Maverick sarebbe dovuto uscire al cinema, punto. E questo non è l’unico aspetto sul quale ha avuto ragione. L’attore insiste anche nel ritenere troppo stretta l’ideale finestra di 45 giorni di tempo per lo sfruttamento cinematografico di un titolo. I suoi film sono da intendersi per il grande schermo e lì devono essere apprezzati, per almeno 60 giorni dall’uscita. Come diceva alcuni mesi fa al The Hollywood Reporter uno storico collaboratore dell’attore, rimasto anonimo, “Tom dice quello che vuole alla Paramount, la Paramount dice quello che vuole da Tom. Poi Tom ottiene ciò che ha chiesto”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: