I Viaggiatori è il film di Sky che racconta la Roma fascista del ’39

Debutta in esclusiva di Sky il film per ragazzi dal titolo I Viaggiatori, in cui tre giovani si troveranno a compiere un viaggio nel tempo durante la Roma di Mussolini

Presentato in anteprima ad Alice nella città, sezione teen della Festa del Cinema di Roma, I Viaggiatori si appresta a fare il suo debutto in tv. Il 21 novembre sarà un’esclusiva di Sky Cinema e, come da manuale, sarà presente anche in streaming su NowTv. Diretto da Ludovico Di Martino, prodotto da Sky e Groenlandia, il film vede nel cast molte giovani “leve” del cinema di oggi tra cui: Matteo Schiavone nel ruolo di Max, Fabio Bizzarro nei panni di Flebo, Andrea Gaia Wlderk in quelli di Greta, Francesca Alice Antonini in quelli di Lena, Gianmarco Saurino nel ruolo di Beo e Federico Tocci nel ruolo di Vulcano, ci sono Fabrizio Gifuni nel ruolo di Luzio e Vanessa Scalera nei panni della Dottoressa Sestrieri.

I Viaggiatori: di cosa parla il film?

È una storia d’avventura che vede come protagonisti un gruppo di giovani ragazzi. Grazie a una strana macchina del tempo,finiranno per viaggiare fino al 1939, nella Roma fascista di Benito Mussolini. Tutto ha inizio quando Beo, un ricercatore di fisica quantistica, scompare assieme al suo capo in circostanze misteriose. Lascia un progetto di studio molto particolare e rivoluzionario, ma un cortocircuito ha fatto saltare in aria e mandato in fiamme il laboratorio in cui si trovava. Suo fratello Max, 14 anni, non ha mai perso le speranze, anche se è passato già un anno da quando Beo è scomparso. In sua assenza, trova conforto nei due amici più cari. Nonostante il dolore di quella perdita l’abbia reso sfuggente e intrattabile, una sera, mangiando una pizza di fronte a ciò che resta di quel laboratorio, i tre ragazzi finiscono per scoprire una console impolverata che, in realtà, è una macchina del tempo e trovano il modo di farla funzionare. Così, all’improvviso, si trovano nel 1939 in una Roma scossa dalle leggi razziali, tra guardie fasciste e atti censori. È qui che si è perso Beo, ed è con lui che proveranno a salvare il mondo dal fascismo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: