I VIOLA RIMONTATI DALLO SPEZIA

Rimpianti viola nel pomeriggio del Manuzzi. La Fiorentina spreca un doppio vantaggio, si fa rimontare dallo Spezia e sciupa l’occasione di tornare alla vittoria dopo due sconfitte consecutive. Finisce 2-2 la partita di Cesena.

La Fiorentina parte come meglio non potrebbe: quattro minuti, due goal. Prima Biraghi da corner pesca il colpo di testa di capitan Pezzella , poi lo stesso ex Inter col sinistro da posizione defilata trova la porta sull’assist di Lirola. Spezia tramortito, ma in grado di reagire senza affondare. Gli uomini di Italiano, privi del proprio totem Galabinov, accorciano le distanze con Verde , innescato sulla destra da Terzi e poi lucido di fronte a Dragowski.

Il secondo tempo si gioca sul filo dell’equilibrio: la squadra di Iachini costruisce ma fatica in fase di conclusione, mentre i padroni di casa cercano di riassestarsi affidandosi ai cambi. Italiano cambia la fascia destra: Ferrer, Agudelo e Farias. Quest’ultimo ha il pallone del 2-2 in contropiede, manca però la precisione per centrare i pali.

I primi cambi viola arrivano negli ultimi venti minuti, quando Pezzella è costretto al cambio dopo un problema fisico. Senza il proprio leader difensivo, la Fiorentina perde solidità. Farias , stavolta, punisce: vede la porta dopo un flipper in area sugli sviluppi di un corner, la trova di punta. Iachini manda in campo Callejon per l’esordio, ma non sortisce gli effetti sperati. Tutt’altro: è Nzola a sfiorare il goal vittoria per lo Spezia. Ma non va. Finisce 2-2, entrambe le squadre salgono a quattro punti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: