MINACCE CONTRO CAIRO A TORINO SALE LA TENSIONE E IL TORO PERDE ANCORA

Momenti di tensione a Torino, dove ancora una volta alcuni tifosi granata hanno contestato duramente il presidente Urbano Cairo. Nella notta uno striscione con scritto “Porco vendi!” è apparso sul marciapiede di fronte all’ingresso della redazione del quotidiano La Stampa e, sopra di esso, la testa di un maiale decapitato con a fianco il nome “Cairo”.

Sull’episodio, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato e simile a un altro che avvenne nel 2010, sta indagando la Digos.

Intanto Al Torino non basta il solo Belotti, che come sempre è l’unico a reggere la squadra, e perde ancora in questa Serie A, stavolta contro il Cagliari. Eusebio Di Francesco ottiene i primi tre punti di questo campionato, grazie soprattutto alla doppietta di Simeone.

Partita dal doppio volto quella tra Torino e Cagliari. Due squadre che hanno cominciato da poco un nuovo progetto tecnico, da zero. E si vede in campo inevitabilmente. Le due squadre vanno a lampi, a volte sanno quello che devono fare, altre volte sembrano sciogliersi. Così, il Torino parte a mille e trova il goal di Andrea Belotti su calcio di rigore, dopo uno sciagurato intervento di Cragno su Lukic.

Ma la squadra di Giampalo scompare dal campo dopo il ritorno del Cagliari, che nel giro di sette minuti piazza il pareggio e poi il goal del vantaggio. Prima la rete di Joao Pedro dopo una mischia in area, poi la stoccata vincente di Simeone, che non lascia scampo a Sirigu.

La ripresa presenta lo stesso copione della prima frazione, in avvio. Dopo cinque minuti è il solito Belotti, unica, vera anima del Torino, a pareggiare i conti per la sua squadra. Poi il Toro si addormenta e come già successo il Cagliari torna ad azzannare la preda con la personale doppietta di Simeone, su un errore a sorpresa di Sirigu.

Il Torino inanella la terza sconfitta di fila, in altrettante partite, mentre il Cagliari comincia ad alzare la china: punti e morale per il lavoro di Eusebio Di Francesco.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: