Marilyn Manson denuncia l’attrice Evan Rachel Wood 

Accusa l’attrice di diversi reati, inclusa la diffamazione

Marilyn Manson ha denunciato formalmente l’attrice Evan Rachel Wood per le accuse di abusi sessuali fatte nei suoi confronti. La rockstar ha accusato la Wood e un’altra donna di aver ‘reclutato, coordinato e manipolato delle presunte accusatrici’. Manson ha pubblicato tutto il documento presentato ai giudici sul suo account Twitter e chiede che il caso venga affrontato con un processo in tribunale.

Evan Rachel Wood, che per prima aveva accusato Manson degli abusi ormai un anno fa, ha presentato recentemente il documentario “Phoenix Rising” che documenta la vicenda e che sarà trasmesso in due episodi sul canale americano HBO. Brian Warner, questo il vero nome di Manson, ha accusato la Wood e un’altra donna identificata come la sua ‘partner romantica’, Ashley Gore (Illma Gore), di aver architettato un piano deliberatamente diffamatorio. I legali di Manson hanno accusato le donne di aver reclutato e coordinato un gruppo di donne, spingendole ad accusare la rockstar di abusi. Secondo l’accusa di diffamazione, inoltre, la Wood e la Gore avrebbero creato una falsa lettera dell’FBI per simulare una presunta indagine federale sul conto di Manson e il pericolo per le presunte vittime.

Manson ha pubblicato sul suo canale Twitter tutto il documento legale scrivendo “Verrà il momento in cui potrò condividere più sugli eventi dell’ultimo anno. Fino ad allora lascerò che parlino i fatti da soli”. All’interno del documento, lungo una ventina di pagine, i legali dicono che l’accusa nei confronti di Manson è una menzogna maliziosa che ha rovinato la carriera dell’artista. I legali si chiedono il perché la Wood abbia aspettato dieci anni prima di denunciare ed identificano nell’incontro con la ‘truffatrice’ Gore un momento decisivo per capire che avrebbe potuto profittare della storia inventata sugli abusi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: