MATURITÀ DOCENTI TROPPO MATURI ESAMI A RISCHIO

Esami si,esami,no. Esami in presenza, esami a distanza. Il caos di questi neofiti governanti nella fattispecie della bella Azzolina,un caos nel caos che sta creando fra gli altri problemi anche per gli esami di stato.

In un primo momento si pensava ad un 6 politico,poi a esami parziali,poi a distanza,ora sembra sia stata raggiunta l’intesa di esame in presenza solo con prova orale e con l’esaminato munito della sua bella mascherina anche durante il colloquio.

Il documento redatto che, a Viale Trastevere, sperano metta fine alle polemiche di questi giorni però ha una falla non calcolata.

Data l’emergenza in cui si trova attualmente il Paese, infatti, non sono pochi i docenti che hanno sollevato i propri dubbi sull’opportunità di svolgere gli esami in presenza. A supporto di questa tesi i rappresentanti degli insegnanti, riferendosi ai propri colleghi, parlano di “soggetti fragili che potrebbero essere richiamati come membri di commissione d’esame”, facendo riferimento all’età avanzata della media dei docenti italiani e al bisogno di applicare misure stringenti in tutti gli istituti, sia per tutelare gli insegnanti che dovranno lavorare per un periodo prolungato di tempo dentro la scuola, sia tutto il personale ausiliario che dovrà provvedere alla sanificazione delle classi. A rendere il quadro ancora più complesso, il fatto che in 7 regioni italiane pare scarseggino le candidature per fare il presidente di commissione; nelle Marche il caso limite: finora mancano 65 presidenti su 320 commissioni d’esame totali. Tuttavia, nel decreto atteso a breve, dovrebbe essere considerato anche il criterio per la nomina di supplenti, proprio nell’evenienza che i professori si tirino indietro.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: