MILANO MARITO E MOGLIE TROVATI MORTI IN CASA

A Milano, marito e moglie rispettivamente di 67 e 73 anni sono stati trovati senza vita in casa, morti per motivi ancora sconosciuti. A dare l’allarme il figlio dei coniugi, non in grado di mettersi in contatto con la coppia. Gli inquirenti che indagano sul caso al momento escludono l’omicidio per rapina, dato che non si sono riscontrati segni d’effrazione nell’abitazione.

Marito e moglie  morti in casa a Milano

Tragedia a Milano: nella serata di sabato 17 ottobre, i carabinieri di Milano hanno trovato i corpi di marito e moglie di 67 e 73 anni senza vita in casa in via Bonghi, morti per cause ancora sconosciute.

Il figlio avrebbe cercato di contattare la coppia dapprima sul cellulare, poi tramite un aprente, ma non avendo avuto risposta ha deciso di recarsi direttamente a casa dei genitori. Giunto davanti l’abitazione, l’uomo ha provato a suonare il campanello, ma anche in questo caso i genitori non hanno risposto. A quel punto ha dato l’allarme ai vigili del fuoco e ai carabinieri che una volta entrati hanno ritrovato la coppia distesa a terra nella camera da letto.

L’indagine

Secondo quanto raccolto dalla scientifica, dai primi rilevamenti pare che la coppia fosse morta da alcuni giorni, dato il principio di decomposizione dei cadaveri.

Inoltre, la polizia non segnala nessun segno di effrazione nella casa, e per questo motivo al momento si esclude la pista della rapina. I due corpi però al momento del ritrovamento era distesi a terra sul pavimento, ma uno sopra l’altro. Un elemento che al momento gli inquirenti non riescono a spiegare.

Si aspettano gli esiti dell’autopsia effettuata dal medico legale per capire le acuse del decesso della coppia. Come detto precedentemente, la casa non presenta segni di effrazione e non sembra mancare nulla. Per questo motivo, al momento, l’ipotesi dell’omicidio-suicidio rimane l’unica strada perseguibile.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: