MORTA LA DONNA DI 81 ANNI PICCHIATA DALLA BADANTE

E’ morta in ospedale la donna di 81 anni trovata in stato di incoscienza a casa lo scorso maggio dopo essere stata picchiata dalla badante che avrebbe dovuto prendersi cura di lei. La donna, una 52enne , originaria dell’Est Europa, venne arrestata poco dopo grazie alle indagini condotte dai carabinieri della stazione Roma Casal Palocco, per maltrattamenti aggravati contro familiari o conviventi ma ora la sua posizione è destinata ad aggravarsi.  

La vicenda aveva avuto inizio nell’abitazione della vittima, un’anziana donna romana di 81 anni, invalida, residente nella zona dell’Infernetto, dove, secondo la versione dei fatti fornita dalla sua badante, era accidentalmente caduta perdendo i sensi. Ma un familiare dell’anziana, per nulla convinto dalla ricostruzione della donna, aveva contattato i carabinieri che avevano avviato le indagini.  

A inchiodare la badante alle sue responsabilità, infine, sono state le immagini dell’impianto di videosorveglianza installato nell’abitazione dell’Infernetto: sono stati così ricostruiti i drammatici momenti, accertando che la donna, in un eccesso d’ira, aveva ripetutamente colpito con schiaffi e gomitate la sua assistita, facendola cadere dal letto e lasciandola a terra, in stato di incoscienza, per circa un’ora, prima di allertare i soccorsi. La 52enne si trova dall’arresto nel carcere di Rebibbia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: