Pupo, una sua canzone usata da Giorgia Meloni: “Io dico grazie”

“Su di noi” è stata utilizzata al comizio di chiusura della campagna elettorale della leader di FdI

“A chiunque usa la mia musica io dico grazie, perché la musica è di tutti, come l’arte”’. Così Pupo, all’angrafe Enzo Ghinazzi, commenta la scelta di usare il suo brano “Su di noi” per la chiusura del comizio elettorale della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni a piazza del Popolo a Roma. Per Pupo la musica appartiene a tutti e non ha colori politici, sia “che siano di destra o di sinistra – dice nel video che il cantante intitola proprio ‘Che siano’ – che siano atei o credenti, che siano rossi o che siano neri, che siano Guelfi o che siano Ghibellini, che siano conservatori o progressisti che siano juventini o fiorentini, che siano russi o ucraini”, conclude il cantante. Sessantasette anni, una lunga carriera iniziata a metà anni Settanta, quando aveva vent’anni, il cantante ha portato al successo alcuni dei brani più longevi del pop italiano, da “Gelato al cioccolato” a “Su di noi”, e autore di canzoni celebri come “Sarà perché ti amo” che i Ricchi e Poveri portarono al festival di Sanremo nel 1981.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: