RISCALDAMENTO GLOBALE IN CANADA 200 MORTI

Temperature fuori norma anche in molte zone degli Stati Uniti. La scorsa settimana nella Russia artica si sono raggiunti i 40 gradi. Dati che sostengono i ripetuti allarmi degli esperti che sottolineano in particolare come l’umanità sia molto in ritardo nell’adattamento ad una situazione di cambiamento climatico ormai inevitabile.

49,5 gradi, a fronte di una temperatura media di giugno di 24. Che a Lytton, cittadina a 200 km da Vancouver, stia accadendo qualcosa di mai visto prima è evidente anche ai più scettici. La morsa del caldo sarebbe la causa oltre 200 morti improvvise registrate nella zona in questi giorni. Caso estremo di un’ondata di calore mai vista prima che sta investendo parte del Canada e del Nord Ovest degli Stati Uniti con massime da record anche a Portland o a Seattle, e che in soli due giorni – riferisce la polizia canadese – ha causato 34 vittime. A soffocare sono inoltre Utah, Arizona, Colorado, New Mexico e California dove pure le alte temperature fanno meno notizia. A Verkhoyansk, nella Russia artica, si sono toccati, lo scorso 21 giugno, i 40 gradi.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: