ROSSI E IL COVID SPUNTANO I RETROSCENA

Valentino Rossi è risultato positivo al test anti Coronavirus, tanto da dover saltare la prova iridata di MotoGP ad Aragon. Nel frattempo è stato Alberto Tebaldi, amministratore delegato della VR46, a rivelare alla ‘Gazzetta dello Sport’ qualche retroscena sul contagio del ‘Dottore’.

“Il tutto è iniziato venerdì, durante una cena con altri amici – ha spiegato il dirigente alla ‘Rosea’ -. Un paio di giorni dopo uno di loro non si è sentito troppo bene. Si pensava a un colpo di freddo, ma ha fatto il tampone per precauzione e lunedì è emersa la sua positività al Covid. Quando poi lo abbiamo fatto anche tutti noi, eravamo negativi. Anche Valentino”.

Di conseguenza, l’idoneità per il fuoriclasse di Tavullia a prendere parte al GP di Aragon resisteva. Poi la svolta. “Ci siamo dati appuntamento per giovedì mattina alle 8.45 – ha raccontato Tebaldi -. Quello era l’orario che avevamo stabilito per partire con Uccio verso l’aeroporto di Rimini. Ma quando sono arrivato a casa, Valentino mi ha detto che qualcosa non andava. Siamo andati a rifare il tampone, quello rapido ha dato esito negativo. Ma il secondo ha confermato la positività”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: