The Batman, il boxoffice dell’esordio in Italia, le aspettative negli Usa 

The Batman è uscito il 3 marzo nei cinema italiani: quanto ha incassato alla partenza? Cosa ci si aspetta dalla performance al boxoffice del film di Matt Reeves, specialmente negli States?

E alla fine The Batman con Robert Pattinson è planato sui cinema italiani: esaminiamo insieme l’incasso del primo giorno, confrontandolo con aspettative realistiche e meno realistiche, dando anche uno sguardo a quel che dicono gli analisti sull’esordio americano previsto invece per oggi 4 marzo. La scommessa di Matt Reeves, un rilancio del personaggio con uno stile diverso da ciò che si era visto in passato sul grande schermo, appare comunque vinta.

The Batman, l’incasso del primo giorno in Italia

Al primo giorno di programmazione in Italia, giovedì 3 marzo 2022, The Batman ha registrato 695.000 euro al boxoffice. Non fingiamo di non vedere il proverbiale elefante nella stanza: il paragone con Spider-Man No Way Home è improponibile, perché l’ultimo capitolo della trilogia con Tom Holland scosse le fondamenta del mercato cinematografico inibito dalla pandemia, portando a casa quasi 3 milioni di euro in un giorno solo (11.222.000 nel primo fine settimana).
A parte però il fatto che qui in Italia la concorrenza tra i due lungometraggi è relativa, dato che sono entrambi distribuiti dalla Warner Bros., non è una sorpresa: Spider-Man è un fenomeno di costume che va al di là dell’evento cinematografico in sé, in grado di chiamare in causa la nostalgia e la gioventù del pubblico, mentre la DC sul grande schermo ha sempre faticato di più a causa di qualche passo falso, ma ha anche deciso di reagire con intelligenza di recente, lavorando su un’autorialità relativamente autonoma dei registi. The Batman non fa eccezione, e si difende molto bene “sul pianeta Terra”.

The Batman, la vera sfida al boxoffice italiano

Sul “Pianeta Terra” assai realistici obiettivi da sconfiggere per The Batman sono il primo weekend italiano di Eternals (3.856.500 euro) e quello di Venom: La furia di Carnage (2.758.000 euro), per rimanere in zona cinecomic. Ci sembra tuttavia quasi più sensato paragonare l’operazione di Matt Reeves a quella di Denis Villeneuve col rilancio di Dune, due casi simili di compromesso tra blockbuster e cinema d’autore, proposti entrambi dalla Warner: Dune esordì con 400.000 euro e ne totalizzò 2.137.000 al weekend. In autunno c’era ancora il distanziamento, ma The Batman con le sue tre ore dura anche di più di Dune, fattore da non dimenticare quando si pensa al numero totale di spettacoli a disposizione degli spettatori.
A parte gli stratosferici 24.544.000 di Spider-Man No Way Home, The Batman alla fine dovrà dimostrare di poter gestire il resto della classifica stagionale Cinetel: Eternals (8.400.000 di totale italiano), No Time to Die(8.040.000), Dune (7.340.000) e Venom: La Furia di Carnage (7.120.000).

The Batman, il record atteso negli Stati Uniti

Il 4 marzo The Batman ha debuttato sul mercato americano. Gli analisti prevedono che possa battere l’esordio da oltre 90 milioni di dollari al primo weekend di Venom: La furia di Carnage, rivelandosi il primo film del 2022 negli Usa a toccare o superare i 100 nel primo fine settimana. Per quanto riguarda la soglia psicologica dei 100 milioni superati in generale, nel 2022 finora negli Stati Uniti solo Uncharted sta per raggiungerla: il film dal videogioco Naughty Dog viaggia nel mondo sui 231.200.000 dollari (4.584.000 di euro da noi). Pare che The Batman sia costato all’incirca sui 200 milioni, quindi deve raggiungere e superare i 400 per entrare in attivo. Naturalmente, l’investimento della Warner Bros. in questo caso va valutato su più fronti, perché questo si presenta come il primo atto di una nuova saga, e sono in preparazione spin-off televisivi per HBO Max sul Pinguino di Colin Farrell e sul Dipartimento di Polizia di Gotham City. (comingsoon.it)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: