THE O.C. – MISHA BARTON RIVELA I MOTIVI DEL SUO ADDIO.

Dopo diversi anni di speculazioni riguardo l’uscita da The O.C., l’attrice Misha Barton, interprete di Marissa Cooper all’interno della serie televisiva, ha finalmente svelato la sua verità. Una verità che potrebbe far comprendere dopo diversi anni il motivo della sua partenza dallo show. Il teen drama è diventato uno degli show più iconici dei primi anni 2000, il quale seguiva un gruppo di ricchi liceali in Orange County, California. Purtroppo, la conclusione della terza stagione ha visto la morte di Marissa, protagonista della serie: una scelta che ancora oggi da scuotere il capo dei fan più appassionati (nella nostra nuova rubrica abbiamo parlato di cosa sarebbe successo se non fosse avvenuto quell’incidente).
Qualche settimana fa, inoltre, il creatore dello show Josh Schwartz ha raccontato al podcast Welcome to The O.C. Bitches! che i due protagonisti principali sarebbero dovuti essere due attori differenti rispetto a quelli che abbiamo imparato a conoscere nel corso degli anni.

In quel famoso finale sopracitato, il personaggio della Barton fu ucciso senza tante cerimonie in una sorprendente svolta degli eventi. Fino a quel momento Marissa ne aveva passate tante: dal vivere un’overdose di droga all’essere tenuta in ostaggio da un ragazzo di nome Oliver e un costante tira e molla con Ryan Atwood, interpretato da Benjamin McKenzie.
Tuttavia, come parte del cast originale, Marissa sembrava quasi intoccabile, fino a quando la FOX non ha iniziato a stuzzicare una tragica morte del personaggio nelle sue promozioni per l’imminente finale della terza stagione. Nessuno avrebbe potuto prevedere cosa sarebbe successo dopo.

Dopo un intenso inseguimento con l’ex ragazzo Volchok, Marissa finisce per morire tra le braccia di Ryan in quello che è diventato un momento storico per i teen drama. Ma quello che è successo dietro le quinte è drammatico quasi quanto quello che i fan hanno visto nel finale.
Barton è rimasta in silenzio riguardo alla sua uscita dallo show negli anni successivi; ma adesso l’attrice ha deciso di aprirsi con E!Online, indicando che c’erano diversi motivi alla base della morte del suo personaggio. Uno di questi era il sentirsi insicura sul set di The O.C., situazione dovuta in parte alla sua crescente popolarità.
Tutto ciò ha anche portato l’attrice a voler cercare altri ruoli oltre lo show:

“Questo è stato detto prima, ma in un certo senso mi hanno dato un’opzione. I produttori hanno detto “Puoi avere il tuo lavoro e salpare verso nuovi orizzonti e potenzialmente tornare in futuro in qualche bizzarro scenario televisivo oppure possiamo uccidere il tuo personaggio e tu puoi andare avanti con la tua carriera. Che cosa vuoi e cosa vuoi fare?”
All’epoca ricevevo offerte da grandi film e dovevo rifiutarle. Ho sempre sostenuto la teoria del “sesto senso” e tutte queste cose. Il mio sogno era quello di avere offerte su ruoli da protagonista, quindi è quello che è successo. Sembrava che fosse la cosa migliore per me e per la mia salute, oltre al fatto che non mi sentivo davvero protetta dal mio cast e dalla crew a quel punto.“

Sebbene la carriera di Barton dopo The O.C. non abbia mai raggiunto l’apice del suo livello di popolarità durante lo show, l’attrice ha cercato altre iniziative. Dal suo periodo nel reality The Hills: New Beginnings al suo lavoro nell’industria della moda, Misha Barton è stata impegnata. Tuttavia, è facile immaginare cosa sarebbe potuta diventare se Marissa non fosse stata uccisa. Probabilmente le stagioni della serie sarebbero state molte di più, se l’indice d’ascolto non fosse sceso drasticamente.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: