TORINO NELLA CITTÀ DELLA SALUTE ARRIVANO LE PRIME SOSPENSIONI PER I NO VAX

Per molti una doccia fredda, nonostante il provvedimento fosse stato annunciato. E ora i sindacati fanno leva sugli organici carenti

Chiamo dall’ufficio del personale per comunicarle che è sospeso dal lavoro. Dai dati in nostro possesso risulta non vaccinato». È il tenore della telefonata ricevuta venerdì dai dieci operatori sanitari (infermieri, tecnici di laboratorio e oss) che da domani non potranno più prestare servizio negli ospedali della Città della Salute perché non immunizzati. Una doccia fredda, inaspettata per certi versi, nonostante da oltre un mese fosse stato annunciato l’imminente arrivo delle sospensioni per il personale no vax. Le reazioni sono state le più disparate. C’è chi si è subito collegato alla propria posta elettronica certificata per verificare che vi fosse una comunicazione scritta e chi, furioso, ha chiamato i sindacati lamentando il mancato rispetto delle procedure. E qualcuno è scoppiato in lacrime davanti ai colleghi all’idea di dover affrontare i prossimi quattro mesi senza stipendio.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: