TROPPE GAFFE PER PAOLA FERRARI

LA prima settimana degli Europei di calcio ha avuto la sua involontaria protagonista. Si tratta di Paola Ferrari, 60 anni, che conduce la trasmissione serale della Rai dedicata a Euro 2020. La giornalista è stata pizzicata dalle telecamere mentre accavallava le gambe, rivelando agli spettatori di non portare la biancheria intima. Un piccolo scandalo in diretta tv che ha alzato un polverone e tante critiche. C’è chi ha già ribattezzato il fatto “Rai Instinct”, facendo il verso alla ben più nota scena con Sharon Stone nel film del 1992 Basic Instinct.

La giornalista ha le spalle larghe e sembra non curarsi troppo dell’incidente. Raggiunta dai microfoni di Un giorno da pecora, trasmissione di Rai Radio Uno, ha mostrato grande nonchalance e ironia: «È capitato, niente di grave. Ma vi posso assicurare che non ho la farfallina tatuata, non volo così alto».

Eppure Paola Ferrari sta facendo parlare di sé anche per altre ragioni. In tanti hanno notato le gaffe commesse durante l’intervallo del match tra Francia e Germania. In quella circostanza la giornalista ha sbagliato vari nomi dei giocatori, ribattezzando il difensore tedesco Hummels in “Homeless”, il centrocampista Pogba in “Pogball”. E poi Kylian Mbappé è diventato “l’incontenibile Mappé” e Raphaël Varane si è trasformato in Varenne, il cavallo famoso per detenere il record di vittorie nelle gare di trotto. Niente paura Paola, l’Europeo è ancora lungo e ci sarà modo di rifarsi.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: