È confermato: i Rolling Stones faranno il tour americano senza Charlie Watts

La morte del batterista non cambia i piani del gruppo, che suonerà con Steve Jordan. Il primo show sarà il 26 settembre. «Tutto procede come previsto»

I Rolling Stones terranno come previsto il loro tour pianificato negli Stati Uniti per questo autunno. Lo ha annunciato il promoter della band, nonostante il lutto per la scomparsa del batterista Charlie Watts, morto all’età di 80 anni all’inizio di questa settimana.

«Le date del tour dei Rolling Stones si terranno come previsto», ha affermato l’agenzia Concerts West rispondendo alle numerose richieste ricevute. Il No Filter 2021, originariamente organizzato per il 2020 prima che la pandemia costringesse al rinvio, partirà il 26 settembre a St. Louis, Missouri, e proseguirà fino al 20 novembre ad Austin, Texas.

La mancanza di Watts del resto non è una novità. Lo scorso 4 agosto, la band aveva annunciato che il batterista non sarebbe stato in grado di unirsi a loro per l’avvio dei concerti in America e così era stato sostituito da Steve Jordan, che per molto tempo ha lavorato al fianco di Keith Richards. «È un onore assoluto e un privilegio essere il sostituto di Charlie», aveva dichiarato ma è possibile se non probabile che a questo punto entri in pianta stabile.

Watts, invece, si unì agli Stones nel 1963 ed è uno dei soli tre membri ad apparire in tutti gli album, insieme a Mick Jagger e Keith Richards. La sua ultima esibizione pubblica con la band si è svolta nell’agosto del 2019 all’Hard Rock Stadium di Miami. Dalla morte di Watts, non si fermano i tributi dei tanti musicisti di tutto il mondo che lo hanno ricordato per il suo stile da gentiluomo unito alla solida base musicale che ha donato agli Stones un groove unico.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: