ECONOMIA: GAS

 Ci sono almeno 50 navi cariche di gas che si trovano in attesa di poter consegnare il loro carico in Europa. Una parte sta attendendo in rada, per lo più di fronte ai sei porti spagnoli che ospitano gli impianti per la lavorazione del Gnl, il gas naturale liquefatto. Altre si trovano al largo della Gran Bretagna. Tutte in attesa di poter scaricare il contenuto delle stive, ma impossibilitate a farlo.Potrebbe sembrare un paradosso. L’Europa che sta cercando di sostituire il prima possibile le forniture di gas russo non riesce a mettere le mani sui carichi a poche miglia dalle coste. In parte è colpa dai colli di bottiglia causati dalla scarsità di impianti. Sono solo ventuno i rigassificatori in Europa, considerano i due impianti turchi. Servono a trasformare il gas naturale liquefatto(Gnl) che viaggia via nave, riportandolo allo stato originario: in pratica, prima viene raffreddato e “compresso” riducendone il volume per essere stivato nella metaniere e poi riscaldato per consentire il processo inverso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: