F1: MATTIA BINOTTO

È rimasto uno dei tanti, in Ferrari. “È la cosa di cui vado più orgoglioso”. È un antidivo, Mattia Binotto. Anche se siede su uno dei sedili che più scottano in F1. Brucia anche di più, a Monza. L’ingegnere italo-svizzero, 51 anni, che nel ’95 da neolaureato varcò i cancelli di Maranello, guida la Scuderia dal 2019, prima con una specie di doppio incarico, poi a tempo pieno come team principal dopo aver lasciato gradualmente la direzione tecnica.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: