Locarno Film Festival 2022: Pardo d’onore a Kelly Reichardt 

Sarà la regista indipendente americana Kelly Reichardt a ricevere il Pardo d’onore al Locarno Film Festival 2022 il prossimo 13 agosto.

Il Locarno Film Festival 2022 renderà omaggio a Kelly Reichardt, una delle voci più originali e indipendenti del cinema americano contemporaneo, cui verrà consegnato il Pardo d’onore nella serata di venerdì 12 agosto, in Piazza Grande. Sabato 13 allo Spazio Cinema, Reichardt sarà al centro di una conversazione con il pubblico, che nel corso di Locarno75 potrà rivedere due titoli della sua carriera: Meek’s Cutoff (2010) e Night Moves (2013).

Con First Cow (2019), film di apertura di Locarno 2020, il cinema di Kelly Reichardt si è “imposto come una delle ricerche poetiche e formali più appassionanti e innovative del cinema statunitense, riflettendo nuova luce sull’America e le sue storie. Attraverso le sue opere, segnate da un’intensa ricerca sul realismo e realizzate nel segno di una fiera indipendenza creativa e produttiva, la cineasta ha saputo riscrivere generi popolari – il thriller, il western, il road movie – assumendo punti di vista inediti e marginali, rivelando la sua singolarità, e anticipando questioni come la rappresentazione femminile e la crisi ecologica, oggi di strettissima attualità.

“Interpretiamo il 75esimo anniversario del Festival non solo come un’occasione per voltarsi indietro, ma come un’opportunità per immaginare il futuro”, secondo il direttore artistico Giona A. Nazzaro. “La scelta di omaggiare Kelly Reichardt, segno di un cinema contemporaneo, in pieno svolgimento, partecipa del desiderio di guardare avanti, abbracciando le diversità e i cambiamenti. Espressione della capacità inesauribile del cinema statunitense di reinventarsi, Kelly Reichardt è oggi, forse, la cineasta più appassionante in attività.”

Chi è Kelly Reichardt?

Nata a Miami, in Florida, Kelly Reichardt è una sceneggiatrice e regista indipendente. Dopo il suo primo lungometraggio, il noir River of Grass (1994), presentato al Sundance e alla Berlinale, ha dedicato alcuni anni alla forma breve, per tornare al lungometraggio nel 2006 con Old Joy, basato su un racconto dello scrittore americano Jonathan Raymond. Presentato anch’esso al Sundance, è stato il primo film statunitense a vincere il Tiger Award all’International Film Festival Rotterdam. Il successivo Wendy and Lucy (2008) è stato presentato nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 2008, dando avvio a una collaborazione con l’attrice Michelle Williams proseguita con altri tre titoli.

Il western Meek’s Cutoff è stato in concorso alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nel 2010, così come Night Moves, nel 2013. Certain Women (2016), adattamento di tre racconti brevi di Maile Meloy, ha vinto il premio come miglior film al BFI London Film Festival nel 2016. I suoi film più recenti sono First Cow, portato in concorso alla Berlinale nel 2020, e Showing Up (2022). Retrospettive del suo lavoro sono state organizzate da istituzioni quali MoMA, Anthology Film Archives, Pacific Film Archive, Museum of the Moving Image, Walker Art Center, American Cinematheque Los Angeles, European Touring Retrospective e Centre Pompidou.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: