UNA POLTRONA PER DUE: COME PREPARARE IL DRINK ISPIRATO AL FILM CON EDDIE MURPHY

Max La Rosa, barman del Divan Japonais di Frascati, ha realizzato un drink ispirato a Una poltrona per due, il celebre film con Eddie Murphy

Era il 1983 quando al cinema usciva Una poltrona per due, il film di John Landis con Eddie Murphy e Dan Aykroyd. Nonostante l’accoglienza positiva riservata alla commedia americana, nessuno poteva immaginare che quel film sarebbe diventato il simbolo cinematografico del Natale, appuntamento fisso per milioni di persone durante le festività di fine anno.

La prossima volta che Una poltrona per due verrà trasmesso in tv, ci sarà la possibilità di gustarsi anche un drink ispirato proprio al film di Landis. A dar vita al gustoso cocktail è stato Max La Rosa, il celebre barman del Divan Japonais di Frascati. Proprio lui appare a metà del video condiviso sulle pagine social di Duke & Duke Show. Prima ancora che La Rosa inizi ad elencare i passaggi da seguire per realizzare il cocktail a casa, vengono condivise con gli utenti alcune curiosità che riguardano il film con Eddie Murphy. Scopriamo così che circa due milioni di italiani scelgono ogni anno di rivedere Una poltrona per due durante il cenone della Vigilia di Natale. Si scherza poi sul fatto di non essere riusciti a realizzare né un piatto né un drink ispirato al film, prima di scegliere di affidarsi ad un professionista e quindi proprio a Max La Rosa.

Il barman spiega quindi che per preparare Una Poltrona per Due bisogna avere a disposizione il Jim Beam (whisky di segale), Maker’s Mark Bourbon Whisky, del bitter al cioccolato fatto in casa e sciroppo di macis. Dopo aver versato lo sciroppo di macis nel bicchiere, si aggiungono 0,25 ml di bitter al cioccolato, una porzione abbondante di Jim Beam ed una di Maker’s Mark Bourbon Whisky. A quel punto si miscelano gli ingredienti girandoli a lungo all’interno del bicchiere, per poi versare il risultato ottenuto all’interno di un bicchiere Old Fashioned. Infine, si potrà aggiungere una fettina d’arancia e della buccia d’arancia per guarnire. Come possiamo vedere nel filmato, alla fine Max La Rosa rende ancora più invitante il cocktail attraverso l’affumicatura.

Questa non è la prima volta che Max La Rosa realizza cocktails del genere. Più volte, in passato, ha deliziato il palato dei suoi clienti attraverso drinks ispirati ad alcuni cult cinematografici, come ad esempio La Mandrakata per Febbre da Cavallo o il Whisky Blonde per Quando la moglie è in vacanza.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: